Tracciare le luci notturne in Ucraina


Marzo 2022.

Maggio 2022.

Utilizzando le capacità di rilevamento notturno degli strumenti sui satelliti NOAA-NASA, gli scienziati del Goddard Space Flight Center (GSFC) della NASA e dell’Università Space Research Association (USRA) hanno osservato i cambiamenti nell’uso della luce in Ucraina dal gennaio 2022. Dopo una significativa riduzione delle luci a marzo, l’energia è stata lentamente ripristinata e l’attività umana regolare è sembrata accumularsi in diverse parti del paese, in particolare intorno alla capitale.

La Visible Infrared Imaging Radiometer Suite (VIIRS) sul satellite Suomi-NPP misura le emissioni e i riflessi della luce notturna attraverso la sua banda giorno-notte. Questa capacità di rilevamento consente di distinguere l’intensità delle luci sulla superficie terrestre e come cambiano.

In genere è difficile ottenere dati sulle aree di conflitto, il che rende le immagini satellitari abbastanza potenti. Questi dati ci mostrano una dimensione di come gli impatti del conflitto sono stati distribuiti all’interno dell’Ucraina“, ha affermato Eleanor Stokes, scienziata dell’USRA e co-leader del Black Marble Project. “A breve termine, i dati sono utili per le agenzie di soccorso umanitario perché forniscono stime di dove e quante persone hanno perso l’accesso ai servizi di base, il che aggrava la perdita di vite umane“.

A lungo termine, gli scienziati usano questi dati per capire in che modo il conflitto ha avuto un impatto sui risultati dello sviluppo e sull’economia“, ha aggiunto Stokes. “Black Marble è anche speciale come modo per tracciare il recupero dai conflitti perché le luci generalmente seguono le persone. Abbiamo lavorato con organizzazioni come l’Internal Displacement Monitoring Centre per aiutare a valutare da dove è più probabile che gli sfollati siano fuggiti e per monitorare il loro ritorno a casa“.

gennaio 2022.

Le mappe nella parte superiore di questa pagina mostrano luci notturne intorno a Kiev, Ucraina, per tutti i mesi di marzo e maggio 2022. Ranjay Shrestha (NASA GSFC) e il team di Black Marble hanno selezionato le migliori notti senza nuvole in ogni mese, quindi hanno elaborato e analizzato i dati VIIRS per produrre compositi di luci notturne. I dati delle luci sono stati sovrapposti su una mappa di base costruita dalle osservazioni nel vicino infrarosso di Landsat 9 (banda 5) che aiuta a distinguere l’ambiente costruito dal naturale. La terza immagine qui sopra è una vista composita della luce in tutta la regione nel gennaio 2022, prima dell’inizio della guerra. L’animazione qui sotto mostra i cambiamenti in tutto il paese da gennaio a maggio 2022.

Nei primi mesi della guerra, l’elettricità e i servizi di base sono stati attaccati in diverse grandi città“, ha detto Stokes. “Mentre la guerra continuava fino a maggio, abbiamo visto un cambiamento, alcune continue perdite di luci nell’Ucraina orientale e alcune riprese nella parte occidentale dell’Ucraina. Le immagini Black Marble HD mostrano il recupero alla periferia di Kiev, in particolare, quando i residenti sono tornati nella capitale.

Le centrali elettriche e altre infrastrutture sono state sistematicamente danneggiate nelle prime settimane della guerra, tagliando l’elettricità a milioni di persone. Alcune luci esterne potrebbero anche essere state intenzionalmente attenuate, rimosse o spente, ha osservato Sergii Skakun, un ricercatore dell’Università del Maryland cresciuto in Ucraina e che ha studiato le luci notturne nella regione. Secondo i resoconti dei media, da allora i tecnici sono stati in grado di ripristinare sottostazioni e linee elettriche ad alta tensione in alcune regioni dell’Ucraina. Tuttavia, molte aree rimangono senza una significativa illuminazione notturna, forse a causa della mancanza di energia o forse a scelte intenzionali per mantenere le luci spente.

Agenzie internazionali come l’Istituto delle Nazioni Unite per la formazione e la ricerca Operational Satellite Applications Programme (UNITAR-UNOSAT) utilizzano immagini di luci notturne per tenere traccia dei conflitti. Le immagini notturne aiutano anche i gruppi di soccorso e mantenimento della pace a identificare le aree che hanno più bisogno di aiuto e sostegno.

La precisione è fondamentale per gli studi con le luci notturne. Le immagini grezze e non elaborate possono essere fuorvianti perché la luce lunare, le nuvole, l’inquinamento atmosferico, il manto nevoso, la vegetazione stagionale, persino la posizione del satellite, possono cambiare il modo in cui la luce viene riflessa. Il team di ricerca Black Marble calibra le sue misurazioni per tenere conto dei cambiamenti nel paesaggio, nell’atmosfera e nelle fasi lunari e per filtrare la luce vagante da fonti che non sono luci elettriche.

Fonte