Identificata in Colombia una nuova specie di dinosauro dal collo lungo


Un dinosauro sauropode inseguito da due dinosauri carnivori.

Un nuovo genere e una nuova specie di dinosauro sauropode di medie dimensioni sono stati descritti a partire da un’unica vertebra del tronco rinvenuta nel Dipartimento di Cesar, nella Colombia nordorientale.


La specie di dinosauro appena identificata viveva nelle foreste tropicali di pianura dell’attuale Colombia durante il Giurassico, circa 175 milioni di anni fa.

La maggior parte delle scoperte di dinosauri in Sud America proviene da rocce del periodo Cretaceo situate in Argentina e Brasile“, hanno dichiarato il professor Aldo Rincón Burbano e colleghi dell’Universidad del Norte.

I dinosauri provenienti dalla parte settentrionale del Sud America sono molto più rari, in particolare durante i periodi Giurassico e Triassico, durante la radiazione iniziale dei dinosauri, quando le terre emerse erano ancora sostanzialmente interconnesse“.

Denominata Perijasaurus lapaz, la nuova specie appartiene a Eusauropoda, un gruppo derivato di dinosauri quadrupedi strettamente erbivori e dal collo lungo.

Questo nuovo genere e specie nel paleotropico ci permette di capire un po’ di più sull’origine dei sauropodi nel Giurassico e su come essi abbiano posto le basi per i successivi sauropodi del Cretaceo“, ha dichiarato il professor Burbano.

La vertebra fossile di Perijasaurus lapaz – alta circa 55 cm e larga 45 cm – è stata rinvenuta nelle esposizioni della Formazione La Quinta che si trovano a ovest della città di Manaure, nel Dipartimento di Cesar, nella Colombia nord-orientale.

Sebbene Perijasaurus lapaz sia rappresentato da una sola vertebra, quella regione dello scheletro fornisce il maggior numero di informazioni nei sauropodi, grazie a una serie di lamine e altre strutture“, ha dichiarato il dottor Martín Ezcurra, paleontologo del Museo argentino di scienze naturali e del CONICET.

Il Perijasaurus lapaz viveva in un ambiente di bassi pendii associati a un fiume e a un’area boschiva“, ha dichiarato Daniel Raad Pájaro, ricercatore dell’Universidad del Norte.

Abbiamo trovato sabbia fine e detriti di foglie nei sedimenti depositati nell’area in cui la vertebra è stata originariamente trovata, ed è coerente con i sedimenti all’interno dell’arco neurale della vertebra, che si conservano solo vicino a una pianura alluvionale, cioè vicino alle pendici di un fiume, un’area boschiva“.

I paleontologi hanno anche determinato le relazioni evolutive del Perijasaurus lapaz attraverso un’analisi computazionale.

Il Perijasaurus lapaz fa parte della prima radiazione di sauropodi, che comprende specie provenienti dal Sud America meridionale, dall’Africa, dall’Asia e dall’Europa“, ha dichiarato il dottor Harold Jiménez Velandia, geologo dell’Università di Caldas.

La presenza di Perijasaurus lapaz nei paleotropi del Sud America, insieme alla sua stretta relazione filogenetica con specie geograficamente diffuse che abitavano le basse latitudini, suggerisce che i sauropodi si sono diversificati e dispersi abbastanza rapidamente in seguito a un importante evento anossico alla fine del Giurassico inferiore, quando porzioni di oceani si sono impoverite di ossigeno in vaste aree geografiche.

Quello che vediamo nel primo Giurassico, sia alle alte latitudini che nelle aree più tropicali, è che le specie di sauropodi erano evolutivamente e geograficamente interconnesse, cosa che era stata vista anche con altri gruppi di dinosauri carnivori ed erbivori“, ha detto il dottor Ezcurra.

I risultati sono stati pubblicati sul Journal of Vertebrate Paleontology.

Fonte