Calanchi e tracce di massi


La formazione dei canaloni sui pendii marziani è ancora oggetto di dibattito. Tra i potenziali meccanismi vi sono la fusione del ghiaccio d’acqua superficiale, l’esplosione di acque sotterranee o i processi di distruzione di massa a secco (frane).

Questa immagine mostra diversi canali calanchivi poco profondi con relativi grembiuli detritici che provengono da uno strato sepolto all’interno della parete di un cratere. Sono visibili anche molti massi di varie dimensioni lungo la parete, molti dei quali presentano tracce evidenti del loro percorso verso il basso. Queste tracce possono essere utilizzate per comprendere meglio l’ambiente di dispersione di massa sul pendio della collina e se esiste un collegamento tra i massi e i canaloni.

Fonte