Ingenuity è meno ingenuo


Sol 625, Navigation Camera

Il drone ha effettuato un breve volo verticale per testare il nuovo software di navigazione potenziato, che gli permetterà di affrontare terreni più impervi nel Delta.


La festa del ringraziamento negli Stati Uniti ha segnato una battuta d’arresto nella già blanda esplorazione marziana da parte della NASA nelle ultime settimane. Quella che si sta concludendo, infatti, sembrava destinata ad essere una settimana priva di attività, invece martedì scorso Ingenuity si è sollevato dal suolo dopo ben 2 mesi di completa immobilità, effettuare un volo breve ma importante.

Il volo 34, se messo a confronto con i precedenti, potrebbe in effetti passare quasi inosservato, con una durata di soli 18 secondi e una quota massima di soli 5 metri sul terreno; il drone, peraltro, è atterrato nello stesso punto da cui era partito. Eppure, il team che lo ha pianificato è molto entusiasta di ciò che esso rappresenta per il futuro di Ingenuity.

Nelle ultime settimane, infatti, il team operativo aveva lavorato per installare un importante aggiornamento software a bordo dell’elicottero, con due nuove importanti funzionalità per evitare i ostacoli durante l’atterraggio e fare uso di mappe di elevazione digitali DEM per facilitare la navigazione.

Ingenuity è stato sviluppato come dimostrazione tecnologica ed è stato progettato per operare su un terreno piatto e liscio come quello di Wright Brothers Field, il primo “aeroporto”. Mentre il drone procedeva nell’esplorazione del cratere Jezero in coordinazione con il rover Perseverance, però, ci si è imbattuti su un terreno più impegnativo di quanto il team avesse previsto. Nei voli precedenti, i piloti di Ingenuity avevano bisogno di trovare zone di atterraggio prive di rocce o altri ostacoli che potrebbero potenzialmente danneggiare il veicolo durante l’atterraggio. Il cratere Jezero è però un luogo roccioso, quindi è stato difficile trovare aeroporti sicuri!

Utilizzando la telecamera di navigazione rivolta verso il basso di Ingenuity, questo aggiornamento software aggiunge la prevenzione dei pericoli all’atterraggio. Durante il volo, Ingenuity identificherà il sito di atterraggio visibile più sicuro. Quando si preparerà ad atterrare, Ingenuity devierà verso questo sito selezionato, fornendo ai programmatori del volo molti più potenziali siti di atterraggio.

Il precedente software di navigazione si basava sull’assunzione che il veicolo stesse volando su un terreno pianeggiante; pertanto, se l’elicottero sta sorvolando un terreno con marcati dislivelli, questa errata assunzione faceva dedurre che il veicolo stava virando, facendo sì che Ingenuity iniziasse effettivamente a virare nella direzione opposta, nel tentativo di contrastare l’errore.

Durante i voli lunghi, è necessario tenere conto degli errori di navigazione causati dal terreno accidentato, che richiedono al team di selezionare solo grandi zone di atterraggio per aumentare la tolleranza. Questo nuovo aggiornamento software corregge questa ipotesi di terreno pianeggiante utilizzando mappe digitali di elevazione del cratere Jezero per aiutare il software di navigazione a distinguere tra i cambiamenti del terreno e il movimento del veicolo. Ciò aumenta la precisione di Ingenuity, consentendo ai piloti di prendere di mira aeroporti più piccoli in futuro.

Fonte