Hubble ha osservato un ammasso aperto eccezionale


Un gruppo di stelle scintillanti domina il centro di questa immagine. NGC 2002 è un ammasso stellare aperto che si trova a circa 160.000 anni luce dalla Terra nella Grande Nube di Magellano, una galassia satellite della nostra Via Lattea contenente numerose regioni di formazione stellare. NGC 2002 ha un diametro di circa 30 anni luce ed è un ammasso relativamente giovane, con un’età di 18 milioni di anni.

La Grande e la Piccola Nube di Magellano (LMC, SMC) sono ricche di giovani ammassi stellari, il che le rende laboratori ideali per studiare la formazione e l’evoluzione stellare. In effetti, l’LMC e l’SMC sono gli unici sistemi che contengono ammassi stellari in tutti gli stadi evolutivi e che sono anche abbastanza vicini alla Terra da essere completamente risolti, il che significa che si possono individuare e studiare le singole stelle.

NGC 2002 è più sferico di un tipico ammasso aperto, un tipo di ammasso stellare che ha una bassa densità di stelle e una forma irregolare dovuta alla debole attrazione gravitazionale reciproca delle stelle che lo compongono. Le singole stelle di un ammasso aperto sono generalmente osservabili, mentre quelle di un ammasso globulare, l’altro tipo principale di ammasso, sono spesso troppo dense per essere individuate anche con telescopi potenti. I ricercatori hanno utilizzato l’alta risoluzione e la sensibilità di Hubble nel discernere le singole stelle per studiare NGC 2002.

NGC 2002 contiene circa 1.100 stelle. Le stelle più massicce dell’ammasso tendono a sprofondare verso il centro, mentre le stelle più leggere si allontanano dal centro man mano che l’ammasso si evolve. Al centro dell’ammasso sono visibili cinque supergiganti rosse, stelle fisicamente massicce ma più fredde che stanno fondendo l’elio dopo aver esaurito il loro combustibile idrogeno.

Fonte